Salute

Published on ottobre 5th, 2017 | by Redazione

0

Disagio giovanile un libro affronta i gesti più tragici

Tra i giornalisti c’è una regola deontologica precisa, non scrivere mai dei suicidi, tranne in poche eccezioni. Il motivo principale, il rischio di emulazione.

Questa volta trattiamo invece questo argomento così delicato per parlare di una pubblicazione sul disagio giovanile. Un libro dettato dalla esperienza forense. Una attenta lettura dei dati emersi, dimostra che la terribile morte o tentata morte, appunto il suicidio o tentato, sia un grande problema a livello mondiale.

Nei vari Stati emergono fatti e atti di estrema rilevanza tecnico scientifico dove si possono evidenziare che non solo la povertà porta al suicidio ma anche il troppo benessere. Aggiungiamo che l’attuale fattore femminicidio seguito da suicidio del partner o da adolescenti che praticano il tentato o suicidio, il problema è evidente.

I ricercatori Miccoli, Aceranti, Vernocchi, Ribero e Spini sono entrati nel merito con fattiva collaborazione scientifica per evidenziare il problema e la mancanza di certezza nel debellare il problema. Affermano infatti che la mancanza di ascolto porta all’estremo atto.
Evidenziato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, i cinque ricercatori hanno cercato di capire e hanno saputo evidenziare uno spaccato di verità assoluta, precisano la fragilità dei giovani ad affrontare la vita quotidiana, il troppo essere porta alla debolezza costruita nelle famiglie.

Poi evidenziano le morti assistite, una escalation spaventosa di non assistenza delle strutture nei vari Stati, esempio l’Italia.
Questo libro evidenzia uno spaccato serio di intolleranza del problema, anzi, un problema intollerante!

Leggerlo, si entra in una storia sotto gli occhi di tutti, le Tv e i giornali ne parlano e tengono il conto di quanti hanno ucciso e quanti si sono suicidati per questo ma, non tengono conto e non spiegano il perché. Gli autori ne danno ampia tesi e verità.

Questo libro ci porta ad una delicata riflessione, a pagina 10/11/12 leggiamo alcuni capitoli che meglio ne evidenziano i comportamenti.

Gli autori Prof. Andreas Aceranti (psichiatra forense, Prof. Michele Miccoli ( Professore associato alla cattedra di diritto penale all’Università di Milano), Dott.ssa Martina Ribero (Ricercatrice), Dott.ssa Elena Spini (Ricercatrice), Prof.ssa Simonetta Vernocchi (pneumologa), Editato da Istituto Europeo di Scienze Forensi e Biomediche – eFBI di Gallarate (Italia), Invogliano il lettore a leggere questo trattato assai importante con la certezza di capirne le problematiche.

Per saperne di più


About the Author

Redazione



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Partners

  • Video