Cultura

Published on luglio 21st, 2017 | by Maria Chiara Coniglio

0

Un database contenente i dati relativi ai cambiamenti climatici degli ultimi 2000 anni. Opera da record creata all’Università da Berna.

Da oggi in poi tutti i cambiamenti climatici, registrati nel passato, saranno a portata di click. Il progetto, ideato da un gruppo di ricerca dell’Università di Berna, consiste nella creazione di un database, grazie al quale, i ricercatori attivi in ambito climatico potranno esaminare nel dettaglio i modelli e le cause di fluttuazioni climatiche globali. La nuova banca dati, lanciata sul web, è stata creata dai ricercatori bernesi che si sono avvalsi dell’aiuto di climatologi ed esperti di tutto il mondo. Al momento, sono 6 i climatologi bernesi coinvolti nel progetto, partito nel 2006 con l’intento di creare un insieme di dati relativi alle ricostruzioni climatiche del passato. Il processo che ha condotto alla creazione del database, denominato PAGES2k, è stato coordinato da PAGES (Past Global Changes), organizzazione scientifica internazionale avente sede presso l’Università di Berna. La stessa ha provveduto a selezionare i dati ricevuti, congiungendoli secondo criteri uniformi e trasparenti. Nella nuova banca dati sono confluiti i cosiddetti dati proxy rilevati da campioni biologici provenienti da una varietà di fonti: come il calcolo degli anelli degli alberi, calotte polari, coralli, mari, prove di sedimentazione di laghi e documenti storici. Allo stato attuale essa contiene 692 voci provenienti da 648 siti ed abbraccia le sfere di interesse di tutti i continenti e gli oceani.  “Fondamentale, al fine di garantire un servizio realmente globale e completo – ha spiegato Raphael Neukom, tra i responsabili del progetto e co-autore del database pubblicato – è ovviamente il contributo del sud del mondo, del quale sono disponibili meno dati rispetto alla parte settentrionale”. “I dati provenienti da Sud America, Africa ed Australia – ha proseguito – sono stati registrati grazie ai numerosi progetti che portiamo avanti in questi paesi e derivano quindi dal lavoro che facciamo in queste regioni”. “Ora – ha concluso – è necessario continuare a lavorare, riponendo molta fiducia nella cooperazione a lungo termine, in modo da fare di questo progetto un’opera sempre più esaustiva e da record”. E di record, già se ne parla. Ad oggi infatti PAGES2k rappresenta in sostanza la collezione più chiara e completa dei dati relativi ai cambiamenti climatici degli ultimi 2000 anni e che adesso potranno essere scaricati ed utilizzati dagli esperti di tutto il globo.

Martin Grosjean, direttore del Centro Oeschger per la ricerca sui cambiamenti climatici presso l’Università di Berna, si è detto assolutamente orgoglioso dell’iniziativa che si appresta ad ottenere una fama internazionale.

La notizia infatti è già stata riportata anche dal giornale scientifico “Nature” ed è pronta a fare il giro del mondo.

Tags: , ,


About the Author

Maria Chiara Coniglio

Maria Chiara Coniglio è nata a Chiaravalle C.le (CZ) nel 1988 e oggi vive a Zurigo. Iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti. Dottoressa in Scienze della comunicazione, ha conseguito la Laurea presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha maturato oltre 10 anni di attività nel settore delle pubbliche relazioni, lavorando sin da giovanissima come speaker radiofonica e presentatrice eventi. Nel 2010 ha iniziato a collaborare con un'emittente televisiva regionale occupandosi sia della realizzazione audio/video dei servizi televisivi destinati al telegiornale quotidiano che della conduzione dello stesso. Oltre al telegiornale ha poi condotto anche altre trasmissioni di carattere politico e culturale. Nel corso della sua carriera ha lavorato come addetto stampa presso enti pubblici e moderato diversi dibattiti e conferenze. Grande appassionata di letteratura è stata anche scelta per ricoprire il ruolo di giudice in occasione di svariati concorsi di poesia.



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Partners

  • Video